MAURO FADEL

Nato nel 1963 a San Gallo (CH) Svizzera, risiede e lavora a ODERZO (TV).
1992 laurea in architettura con specializzazione Master in Industrial Design allo IED di Milano.
Per il design, ha ricevuto numerosi ed importanti premi di riconoscimenti a
livello internazionale.

Il percorso evolutivo che ha portato a focalizzare la mia attenzione di architetto e designer su
oggetti e progetti relativi al mondo del design, passa attraverso le circostanze ambientali in cui
vivo e lavoro, all' esperienza maturata in anni di intensa e creativa progettazione, al rapporto
di collaborazione consolidato con numerose ed autorevoli aziende Venete, Friulane e Milanesi
del settore del mobile.
I miei progetti di design in genere nascono prevalentemente da delle idee creative, studiate ed
elaborate con degli schizzi e da dei disegni formali illustrativi molto approssimativi, per dare
forma e dimensione al progetto in se poi definitivo.
Il mio design coniuga con massima attenzione allo studio dell' ergonomia, alla forma
strutturale e ai loro dettagli più importanti, analizzando anche la fascia di mercato cui il
prodotto è destinato e dalla continua ricerca di nuovi materiali tecnologici e inerenti al
panorama industriale, sia per il settore CASA che per il settore CONTRACT.
Il design per me, è sinonimo di creatività, fantasia ed emozione.
Architetto Mauro FADEL.

1992 - Laurea in Architettura e Master in Industrial Design all'istituto Europeo di Design (MI).
Si occupa prevalentemente di architettura d’interni e di Design Industriale. Ha ottenuto numerosi premi nazionali ed internazionali:
1992 – “Triennale di Milano” medaglia d'oro per il design al "Tavolino Margherita";
1994 -"Ten Italian Chairs/ Ten International Designers", il Chicago Athenaeum Museum (U.S.A.) seleziona all’esposizione permanente di design allestita nel museo la sedia"Duoxa".
Menzioni speciali al Concorso“Young e Design”Milano: Rima Editrice"
1996 - tavolino "Roller".
1996 - sedia"Paloma", selezionata per la mostra "I progettisti del Triveneto" indetto dall'ADI (MI).
1997 - poltroncina "Flautina",1998 – carrello portariviste "Woody".
Nel 1999 le poltroncine “Wing” e “Flautina” sono state esposte alla mostra speciale "Design Made in Italy" in occasione del salone AMI Design di Zurigo (Svizzera).
Promosedia 2002 selezione al premio “Top Ten” sedia “Gabry”.
2002 - “LIFESTYLE 100 x 100 design” Londra selezione sedia “Dixie”.
2004 - Menzione speciale al Concorso ”Young Design” chaiselongue “Flexy”.
2006 - Rhapsody Live collection per G&G imbottitidesign.
2007 - Collezione "Rhapsody_Live 2006" design: Architetto Mauro Fadel, pubblicazione nel Libro "CIRCA 40" dedicato ai progettisti più importanti ed emergenti e il loro design, curato dalla redazione della Rivista "BOX di Edizioni Fiera Milano (Mi).
2008 - PARIGI Fiera "Maison a Port" Premio Speciale "OSCAR FNSAI 2008 de L'Innovation" dalla Associazione della Giuria degli Architetti alla poltroncina "AXEL" designer Architetto Mauro Fadel per G&G Imbottitidesign (PD).

ITAMAR HARARI

1989, Laurea in Architettura all'Università degli Studi di Firenze.
Collaborazione con Marco Zanuso, Maurice Cox, Atelier Alchimia.
1992, studio a Milano e cooperazione in architettura con Giorgio Amendola, e in design con Ron Nabarro.
Conferenze presso il politecnico di Milano, l'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano e l'Accademia Bezalel a Gerusalemme.
Articoli su riviste specializzate in Italia, Spagna, Israele e Cina.
Mostre di design, grafica e fotografia a Milano, Firenze, Tel-Aviv, San Marino.
Attualmente l'attività dello studio spazia tra architettura, design ed interni proponendo nuove suggestioni e soluzioni attraverso un punto di vista personale.

"Credo nel buon design per tutti, non solo per un'elite selettiva. Credo nel design come interpretazione del piacere. Godetene!".

MICHELE MARCHIORI

Nato nel 1959 a Mira (VE), si diploma come perito meccanico. A Venezia dà avvio ad esperienze lavorative nel campo del design collaborando all’elaborazione di progetti per la produzione di complementi d’arredo in vetro di Murano. Particolarmente lunga, ma soprattutto significativa per il suo percorso di design è la sua esperienza a Vicenza dove svolge attività di design applicato ad oggetti di uso comune, crea prototipi e provvede alla loro realizzazione industriale, collabora con architetti di varie nazionalità. Nel contempo partecipa a mostre e fiere all’estero, in particolare negli Stati Uniti, con interventi di carattere tecnico-progettuale.

Nel pensare ad un oggetto la mia idea di designer corrisponde all’espressione inglese “less is more”; la mia progettazione è fortemente legata alla massima pulizia della forma e per questo nella realizzazione di un prodotto utilizzo le più moderne tecnologie disponibili.

PIERPAOLO ZANCHIN

Nato il 30 giugno 1975 a Camposampiero in provincia di Padova.
Mi sono diplomato nel 1994, presso l'istituto statale d'arte "G. de Fabris" di Nove in provincia di Vicenza, nella sezione architettura e arredamento. Nel 1996 ho conseguito un diploma in industrial design presso la "Scuola Italiana Design" di Padova. L'anno successivo ho frequentato un Master, della stessa specializzazione, presso la suddetta scuola. Nel 1999 ho iniziato la mia attività come arredatore presso un negozio e per conto di privati, s enza tralasciare comunque l'attività di designer; infatti sono di questi anni, alcuni tra i miei primi progetti appartenenti a diversi settori merceologici, quali per esempio: coppe e trofei, cover e plastiche per sistemi d'antifurto, illuminazione e progettazione di stand fieristici. Nel 2001 ho iniziato la mia attività di libero professionista nel campo dell'industrial design, avviando così una collaborazione con varie aziende del territorio e di diversi settori (mobili e complementi d'arredo, illuminazione, argenteria, articoli per la pulizia professionale). Nel 2003 ho partecipato al concorso “Fusion design contest“ oggetti in argento per la tavola, alla fiera di Padova, in cui mi sono classificato 2°, più un altro progetto selezionato dalla giuria. Sempre nello stesso anno ho ricevuto una menzione speciale dalla giuria al concorso "Spazio Bagno 2003" -la zona doccia del futuro- con il progetto Arcadia. Sono stato selezionato nella fase finale del concorso YOUNG & DESIGN 2005 con il progetto "FLIGHT" per la ditta Miniforms. Menzionato nel programma Rai “Moda e Design” in occasione del Salone del Mobile di Milano edizione 2007 con il progetto -ISTANT- per la ditta Bellato di Istrana. Vincitore del concorso “TAP DESIGN CONTEST” edizione 2007, indetto dalla ditta Webert con il patrocinio dell'ADI, con il progetto Prime: serie di miscelatori monocomando per il bagno. In questo momento vivo e lavoro a Villa del Conte in provincia di Padova, e continuo la mia attività sempre a stretto contatto con aziende, artigiani e studi professionali, cercando così di creare una collaborazione e una sinergia che vuole avere come unico scopo, lo sviluppo e la realizzazione di progetti in grado di soddisfare sempre più persone e loro responsabili esigenze.